Proverbi Napoletani...

'A gatta scippa pure quanno l'accarizze.
La gatta graffia anche quando la si accarezza.

'A gatta,quanno nun p arriv llardo,dice ca fte.
La gatta,quando non pu raggiungere il lardo, dice che puzza.

Chi chiagne fotte a chi ride.
Chi piange frega chi ride.

Armmmoce e gghiate.
Armiamoci e andate.

Attacca 'o ciuccio add v 'o patrone.
Lega l'asino dove vuole il padrone.

'A vicchiaja, 'e ccuze rosse.
In vecchiaia, le calze rosse.

'A pazzia va 'nfito.
Lo scherzo comincia a puzzare.

V scav e vide ca truove.
V a scavare e vedi che troverai.

Veder far,venir la voglia.
Veder fare, venir la voglia.

Vtte 'o firro quann' ccvero.
Batti il ferro quando caldo.

Nun vo' tir e nun vo' scurtec.
Non vuoi tirare,n scorticare.

Nu' sput 'ncielo,ca 'nfaccia te torna.
Non sputare in cielo,ch ti ricadr sul volto.

'Nu poco bella 'a pazza.
Lo scherzo bello per un p.

Nun se fa niente pe' ssenza niente.
Nulla si fa gratuitamente.

Nun chiamm triste,ca peggio te vne.
Non lamentarti del male, ch ti verr peggio.

Mitte speranza a rrecchie:campe assaje!.
Spera in ci che odi:vivrai a lungo.

L'ausa' e 'o strausa' so' dduje malanne.
Timidezza e ardimento sono due mali.

Ddio ne libera 'e pezzinte sagliute.
Dio ci liberi dai poveri arricchiti.

Chi tne sante, va 'Mparaviso.
Chi ha santi, va in Paradiso.

Rotta cu rrotta, mitte 'a pezza.
Rotta con rotta, metti la toppa.

'A gatta,quanno sent'ddore d''o pesce,maccarune nun ne v cchi.
La gatta,quando sente l'odore del pesce,non vuole pi i maccheroni.

Femmena curtulella, diavulo, pigliatlla
Donna bassina, divolo, prendila.

'A femmena 'nu vrasiere ca s'asa sul''a sera.
La donna un braciere che si adopera soltanto di sera.

Dulore 'e mola, dulore 'e core.
Mal di denti, mal di cuore.

Se dice 'o peccato, ma no 'o peccatore.
Si dice il peccato, non il peccatore.

'A collera petrosa: va 'ncurpo e fa 'e ppertose.
La collera sassosa, entra in corpo e perfora.

A' casa d''o puveriello nun manca maje 'a tuzzella.
In casa del povero non manca mai il tozzo di pane.

'A raggiona d''e fesse.
La ragione degli stupidi.

'A vita 'n'affacciata 'e fenesta.
La vita un affacciarsi alla finestra.

Tutto arriva a chi sape aspett.
Tutto arriva a chi sa aspettare.

'O palazzo veto e 'a signora sorda.
Il palazzo alto e la signora sorda.

Sul' morte nu''nc' rimedio.
Soltanto alla morte non c' rimedio.

Suonno porta suonno.
Sonno porta sonno.

'Na bona matenata fa 'na bona jurnata.
Una buona mattina fa una buona giornata.

'Ntimpo 'e tempesta, ogne pertuso purto.
In tempo di tempesta, ogni buco porto.

Suonno porta suonno.
Sonno porta sonno.

Dicette 'o midico 'e Nola: "Chest' 'a ricetta e 'o Signore t''a manna bona!".
Disse il medico di Nola: "Questa la ricetta e il Signore te la mandi buona!".

Fattella cu chi megli''e te e fanc''e spese.
Pratica chi migliore di te e sostiene le spese.

Chi troppo s'acala, 'o culo mmsta.
Chi troppo s'inchina, mostra il sedere.

Chi vo' mettere 'o pede 'ncopp'a ttutt''e pprte, nun arriva maje.
Chi vuol poggiare il piede su tutte le pietre, non arriva mai a destinazione.

Chi tne male cerevelle, hadda tnere bone gamme.
Chi ha cattivo cervello, deve avere buone gambe.

A' casa d''e sunature nun se portano serenate.
A casa dei sonatori non si portano serenate.

'O pesce gruosso se magna 'o piccerillo.
Il pesce grosso mangia quello piccolo.

'O cane mzzeca stracciato.
Il cane morde lo straccione.

Cane e cane nun se mzzecano.
Fra cani non ci si morde.

Chiuovo nuovo caccia 'o viecchio.
Chiodo nuovo scaccia il vecchio.

Cumpagno: tu fatiche e i' magno!.
Compagno: tu lavori e io mangio!.

T'aggia 'mpar e p t'aggia perdere....
Devo insegnarti (il mestiere) e poi devo perderti....

A che gghiuco jucammo?!.
A quale gioco giochiamo?!.

Add vaje cu 'o ciuccio?!.
Dove vai con l'asino?!.

Ssete culillo e sirvete patrone.
Alzati, sederino, e serviti, padrone.

'O sacco vacante allerto nun se mantne.
Il sacco vuoto non si regge all'impiedi.

'E cchiacchiere s''e pporta 'o viento; 'e maccarune jncheno 'a panza.
Le chiacchiere se le porta il vento; i maccheroni riempiono la pancia.

Quanno 'a zita mmaretata, tutte 'a vnno.
Quando la giovane ha preso marito, tutti la vogliono in sposa.

'O geluso mre curnuto.
Il geloso muore tradito.

'E figlie so' ppiezz''e cre.
I figli sono frammenti di cuore.

Pure 'a riggina avette bisogno d''a vicina.
Anche la regina ebbe bisogno della vicina.

Dicette Catone:"Luvamm''a 'ccasione".
Disse Catone:"Togliamo l'occasione".

Dicette 'o cafone:"Si nun m'avanta eo, m'avanto meo".
Disse il campagnolo:"Se nessuno mi esalta, mi esalto da me".

"Zompa chi p!", dicette 'o ranavuttolo.
"Salti chi pu!", disse il ranocchio.

Dicette Pulicenella:"'Nu maccarone va cinto vermicielle".
Disse Pulcinella:"Un maccherone vale cento vermicelli".

'A forca fatta p''e puverielle.
La forca per i poveri.

'A morte 'nzerra 'a porta.
La morte chiude la porta.

Pignata sengata campa cchi assaje.
Pentola incrinata dura pi a lungo.

Cummann meglio 'e fottere
Comandare meglio che andare a donne.

Chi cagna 'a via vecchia p''a nova sape chello ca lassa e no chello ca trova.
Chi cambia la strada vecchia per la nuova sa ci che lascia ma non ci che trova.

A chi parla areto, 'o culo 'o risponne.
A chi parla alle spalle, risponde il sedere.

'O purco se 'ngrassa pe' ne fa' sacicce.
Il maiale s'ingrassa per farne salsicce.

Pur' 'e plice tnono 'a tosse.
Anche le pulci hanno la tosse.

'A gallina fa ll'uovo e gallo ll'abbruscia 'o culo.
La gallina fa l'uovo e al gallo s'infiamma il sedere.

'A busca nun tne piede.
La bugia non ha piedi.

Chi buono vo' accummincia', figlia femmena hadda f.
Chi bene vuol cominciare deve fare una figlia femmina.

Dtte da f: 'a jurnata 'nu murzo!.
Datti da fare: la giornata un boccone!

'A scopa nova scopa buono sulo tre gghiurne.
La scopa nuova spazza bene soltanto tre giorni.

'A carna fa carna, 'o vino fa sango e 'a fatica fa jett 'o sango.
La carne d carne, il vino d sangue e il lavoro fa morire.

'A casa mia e:"Jsce fora".
La casa mia e dovrei uscirne.

Chi rompe pava e chi scassa acconcia.
Chi rompe paga e chi danneggia ripara.

Chi va pe' cchistu mare, chisti pisce piglia.
Chi va per questo mare, questi pesci prende.

'E cafune 'o Signore 'e lluvaje 'a crianza.
Alla gente di campagna il Signore tolse l'educazione.

Jastemma senza colpa, addo' jsce, ll ccca.
Bestemmia ingiustificata si corica dov' uscita.

Add 'nc' gusto nu' nc' perdenza.
Dove c' gusto non c' perdita.

Chi vo' 'o mmal''e chesta casa, hadda crep apprimma ca trase.
Chi vuole il male di questa casa, deve crepare prima d'entrarvi.

Acqua ca nun scorre fa pantano e fte.
Acqua che ristagna si appantana e diviene maleodorante.

Chi nasce tunno nun p mur quatro.
Chi nasce rotondo non pu morire quadrato.

E' asciuto pazzo 'o patrone!....
E' impazzito il padrone!....

Ll'acqua scarzeggia e 'a papera nun galleggia.
L'acqua scarseggia e l'oca non galleggia.

Pur''e mmure tnono 'e rrecchie.
Anche i muri hanno le orecchie.

Tutt''o llassato perduto.
Tutto ci che si lascia perso.

Dicette 'a vecchia:"Aggio campato nuvantanov'anne, e ne vulesse camp 'n'ato, pe' me 'mpar ancora".
Disse la vecchia:"Ho vissuto novantanove anni, e vorrei viverne un altro, per apprendere ancora".

"Senza denare nun se cantano messe", disse zi' mneco badessa.
"Senza denaro non si cantano messe", disse il monaco alla badessa.


Amment a bell s'apprepara a brutta s'ammarita.
Mentre la bella si prepara la brutta si sposa.

(suggerito il 12.6.2003)
Giorgio se ne vo' i e 'o vescovo non vo' manna'!
(suggerito il 28.6.2003)
Dicette o ciceniello: Pur io so pesce. (Pur nella propria semplicit e modestia ci si sente importanti.)
(suggerito il 10.7.2003 da Pino)
A vocca nchiusa nun traseno mosche. (E preferibile tacere, piuttosto che dire cretinate.)
(suggerito il 10.7.2003 da Pino)
na' bona matenata fatta bona jiurnata.
(suggerito il 15.12.2005 da Antonio)
Chi nasce puveriello e sfurnutato le chiovene e cazz' n'cul' pure si sta assetatto!
(Traduzione): Chi nasce povero e sfortunato lo prende a quel posto (bip, bip) anche da seduto!
( suggerito da Sonia il 04.01.2006 )
a vite na mela poverielle quille c nun tene e dient.
(Traduzione): la vita una mela povero chi non ha i denti.
( suggerito da Salvatore il 23.01.2006 )
una sola noc' in d o sacc' nun f rummor!!
(Traduzione): (una sola noce nel sacco non fa rumore)
( suggerito da Nunzia e Maria il 06.03.2006 )
'O puorc le puo' metter o sciasso, se ved semp a cora!
(Traduzione): (Il volgare puo' vestire anche elegande si vede sempre quant'e' rozzo.)
( suggerito da Peppe il 29.05.2006 )
'A femmena bbona che e' tentat e resta onest, significa c'a' nun e' stata tentata bona!
(Traduzione): (La bella donna che viene corteggiata e non cede, significa che non e' stata corteggiata nel modo giusto.)
( suggerito da Peppe il 29.05.2006 )
Femmena, ciucci e crape, tenn tutte a stessa capa!
(Traduzione): (Donne, asini e capre hanno tutti la stessa testa)
( suggerito da Peppe il 29.05.2006 )
RICETT' U PAPPECE A NOCE...RAMM U TIEMP CHE T' SPURTOS
(Traduzione): (disse il ragnetto(quello molle) alla noce...dammi il tempo che ti perforo)
( suggerito da Pasquale il 11.09.2006 )
A matin se scetano nu fess e nu deritt
(Traduzione): (Al mattino si svegliano un fesso e un furbo)
( suggerito da Gigio il 22.09.2006 )
ciccio fatica... e pizzcat magn!
(Traduzione): (francesco lavora... e il ladro cerca di fregarlo. )
( suggerito da Sas il 03.12.2006 )
nun v correre e nun v cammen
(Traduzione): (non vuole far nulla)
( suggerito da Rosetta il 25.02.2007 )
Haje voglie a jett rum, 'nu strunz nun addeventa maje babb...!
(Traduzione): (Pur aggiungendo rum all'infinito, uno str(biiip) non diventer mai bab. )
( suggerito da Mariano il 04.05.2007 )
dicett o' nonn fattell semp a nummer spar, uno poc, duj par,e tr so assaje
(Traduzione): (disse il nonno di fare le cose sempre in numero dispari,uno poco,due numero pari,e tere si in troppi )
( suggerito da Paolo il 04.12.2007 )
l'uciell in campagn jevn, nun mangiavn e nun bevevn, se parlavan tr di lor e non se fatt nott ancor..
(Traduzione): (gli ucelli quando andavano in campagnia , e non riuscivano a mangiare e a bere, si consultavano tra di loro e si incoraggiavano dicendo che non si era fatta ancora notte )
( suggerito da Paolo il 04.12.2007 )
'e ciuccie s'appiccecano 'je varrile se scassano
(Traduzione): (gli asini litigano e le botti si rompono)
( suggerito da Antonio il 23.12.2007 )
'E parient so' comm' 'e scarpe cchiu' so astrett 'e cchiu' te fanno male
(Traduzione): (I parenti sono come le scarpe,pi sono strette e pi ti fanno male)
( suggerito da Albano il 24.12.2007 )
'E det d' 'a man nunn so' tutt'egual
(Traduzione): (Le dita della mano non sono tutte uguali)
( suggerito da Albano il 26.12.2007 )
O SPASS RO VIENT... E A CART...
(Traduzione): (IL DIVERTIMENTO DEL VENTO E LA CARTA)
( suggerito da Gianni il 01.09.2008 )
L'omm faticator a ruvin ra cas.
(Traduzione): (L'uomo lavoratore la rovina della casa)
( suggerito da Lucio il 27.10.2008 )
a'vit comm a scalett ro'pullar cort e chien e merd..
(Traduzione): (la vita e come la scaletta del pollaio breve e piena di insidie )
( suggerito da Domenico il 03.11.2008 )
con l'erba tennera, ce se pulezza culo
(Traduzione): (le persone miti sono vittime di soprusi )
( suggerito da Anna il 08.01.2009 )
'A copp' Sant'Eliggio va pescanno 'e purpe a 'mmare!
(Traduzione): (Da sopra Sant'Eligio cerca di pescare i polipi a mare. Significato: cerca di fare una cosa impossibile)
( suggerito da Marika il 23.01.2009 )
'E sciabbole stann'a appese e 'e foder' cumbattonno!
(Traduzione): (Le sciabole stanno appese e i foderi combattono)
( suggerito da Marika il 23.01.2009 )
si lav a cap o ciucc pierd l'acqua e 'o sapon
(Traduzione): (se cerchi di lavare la testa all'asino sprechi acqua e sapone... )
( suggerito da Peppe il 24.01.2009 )
a' mitria 'e sangennaro,'ncopp' e fess
(Traduzione): (La mitria di San Gennaro in testa agli sciocci = per dire che, a volte, agli stupidi, agli ignoranti, dato di primeggiare)
( suggerito da Mauro de Cilis il 28.04.2009 )
me pare a ciuccia e' fchell' 33chiaie e 'a cora fraceta....
(Traduzione): (mi sembra che tutte le disgrazie capitino a te.es. che cadi sempre.......)
( suggerito da Diego il 07.05.2009 )
Triich e 'bben pesant
(Traduzione): (tarda ma viene pesante = aspetta che il TUO sogno si avverer)
( suggerito da Fabio il 20.08.2009 )
F'o' fess p' nun ghi' a 'uerr
(Traduzione): (fa il fesso per non andare in guerra = fa lo gnorri per non assumere alcuna responsabilit)
( suggerito da Fabio il 20.08.2009 )
Ss comm' 'a furchett dint' 'o bbror,nunn sierv' 'a nnient
(Traduzione): (Sei come la forchetta nel brodo,non servi a niente)
( suggerito da Albano il 22.09.2009 )
Invia il tuo proverbio ( preferibile anche la traduzione in italiano )
Invia il tuo proverbio ( preferibile anche la traduzione in italiano )